Romano Burini

Sono nato a Loreto (AN) il 16 marzo del 1965, figlio di artigiani, mio nonno faceva le botti in maniera magistrale, secondo un diploma conferitogli dal governo all’epoca, questa passione per le lavorazioni del legno mi è stata trasmessa fin da piccolo.

All’eta’ di nove anni ce ne andiamo tutti in Germania in cerca di lavoro ed un po’ di benessere in piu’,  paese dove cresco, proseguo con gli studi e intraprendo l’apprendistato del mestiere di incisore e modellista, lavorando anche per la Zecca Tedesca e vincendo tre concorsi per il miglior giovane dell’anno nel mio settore, riconoscimento dell’artigianato dello Stato libero della Baviera. All’epoca gia’ suonavo la chitarra imparando prima da un insegnante della mia scuola, poi da autodidatta.

Tornai in patria nel ‘91 accettando un lavoro da modellista e creatore di prototipi, su richiesta di un mio cugino ma dopo tre anni l’azienda comincio’ a navigare in cattive acque e fui costretto a lasciare. Successivamente mi fu proposto di mettermi in proprio e non avendo altro da fare accettai iniziando collaborazioni varie con aziende del settore argentiero e di giocattoli della mia zona.

Ripresi in mano la chitarra che in quel periodo avevo abbandonato e dopo un breve periodo fui chiamato a suonare in un gruppo della mia zona cover di Vasco, Ligabue e rock in genere.

Fu l’immensa delusione per i lavori fatti sui miei strumenti da altri liutai e la mia pignoleria maniacale che mi spinsero a provare da solo, possedevo gia’ attrezzatura che mi permise di lavorare anche in quel campo, prima sulle mie cose, poi per gli amici, per gli amici dei amici e cosi’ via. Naturalmente mi documentai tantissimo e come dicevo prima la manualita’ non mi mancava.

Nel frattempo ho maturato un’esperienza di 15 anni nel settore della liuteria moderna, sempre e comunque cercando di ottenere il massimo in termini di precisione, rifiniture e funzionalita’, scelte dei materiali, tutte cose per me irrinunciabili. Quello che era una passione e’ diventato un lavoro che porto avanti insieme all’attivita’ musicale, da anni chitarra ritmica in una coverband di Ligabue, gli Area-X.

L’attivita’ live mi permette di testare i prodotti e strumenti che creo in una situazione professionale, portandomi in alcuni casi clienti e collaborazioni anche dal nome altosonante, un esempio su tutti Federico Poggipollini.